I Libri che mi sono rimasti nel ❤

domenica 31 marzo 2013

Brûlant di Anita Borriello

Sono davvero molto felice di ospitare la recensione di un'altra Autrice che si è gentilmente prestata per la nostra rubrica. 

Un romanzo esoterico ambientato tra Roma, Pisa e Praga ai nostri tempi. Un romanzo originale e sottovalutato dalle grandi case editrici...






Titolo: Brûlant
Autrice: Anita Borriello
Casa Editrice: Selfpublished
Genere: Esoterico, Urban Fantasy, Paranormal Romance
Pagine: 298








 Brûlant è un romanzo esoterico che mostra quel mondo magico ben nascosto dalla quotidianità.
Il lettore potrà facilmente immedesimarsi in Christian, il personaggio principale, che sarà costretto a partecipare a vecchi rituali inconsapevole di quanto questi siano radicati nella vita di tutti noi.
Tramite la sua relazione con Brigitte verrà a contatto con le Brûlant, una congrega di sole donne che vive tra di noi da secoli e votata a mantenere in vita gli antichi riti e culti tramandando le conoscenze millenarie di cui sono depositarie.
Cinismo e superstizione, folklore e realtà, si contrapporranno e si scontreranno nello svilupparsi della vicenda per fondersi poi in un unico vincitore: l'Amore.
Ringrazio prima di tutto Anita, l'Autrice di  Brûlant, per la sua gentilezza e disponibilità nel farmi leggere il suo romanzo.
Come dicevo inizialmente, ultimamente mi sto convincendo che gli Autori Esordienti Italiani sono poco quotati e conosciuti ma soprattutto apprezzati e non solo dai lettori, soprattutto dalle grandi Case Editrici e secondo me anche Anita Borriello.
Ricordo di una nosta conversazione dove le chiedevo alcune curiosità sul suo libro e lei mi spiegava le moltissime ricerche che aveva svolto per creare un ottimo libro e ho subito pensato che fosse davvero molto importante sentire certe cose.
Cos'è Brûlant?
Le Brûlant sono sacerdotesse, sono donne fuori dal comune, che possiedono il dono di ricordare le proprie vite passate, sono semplicemente streghe riunite in congreghe.
In questo romanzo si percepisce moltissimo il sentimento dell'amore che lega i due protagonisti, Christian e Brigitte. 
Devo ammette che da buona amante di streghe, questo libro mi ha subito preso, perchè è diverso. Non ho letto di streghe divise tra bianche e nere, buone o cattive ma semplicemetne streghe, quelle che mi hanno sempre affascinato, le stesse che vennero cacciate e messe al rogo.
Come avrete capito la trama è molto particolare, unica nel suo genere e la scrittura di Anita è molto curata, sicura e interessante; si nota subito leggendo il libro, le mille ricerche effettuate per crearlo e questa è una cosa che apprezzo moltissimo e raramente trovo.

QUARTA DI COPERTINA

«Mi prendevano spesso in giro perché nelle
mie favole della buonanotte non c’erano principi azzurri,
animali parlanti, sontuosi castelli o finali lieti.
Mia madre utilizzava per farmi addormentare
i miti e le leggende del passato che
ormai nessuno ricordava più»

Le Brûlant vivono da secoli fra di noi con discrezione.
Adepte, novizie e sacerdotesse celebrano vecchi rituali tramandati dalla notte dei tempi per ringraziare le divinità, Loro.
Christian, brillante filologo, verrà coinvolto nella vita della congrega dalla sua amata Brigitte scoprendo così
la sua natura ancestrale.


Un'altra cosa che ho apprezzato moltissimo, sono le frasi poste all'inizio di ogni capitolo. 
Molto spesso mi sono chiesta leggendo i vari romanzi, come mai le scrittrici si identificassero sempre e solo in personaggi femminili e mai in quelli maschili e sorprendentemente leggendo Brûlant  mi è sembrato di notare il contrario, un'identificazione maschile della scrittrice.
Si secondo me Anita Borriello è da definire proprio cosi.
Continuando a leggere, con occhi molto attento e critico (vista la partecipazione alla rubrica) ho notato un'altra grandissima differenza dai mille libri già visti e rivisti, ossia la differenza tra i buoni e i cattivi classici. Cosa intendo?
Semplice, i cattivi non sono semplicemente cattivi sono perfidi, spietati, veramente cattivi, così come dovrebbero essere e i buoni non sono solamente di contorno, sanno farsi valere in questo mondo, vendicandosi e prendendosi delle piccole rivencite.

Tutti questi punti hanno fatto si che amassi incredibilmente Brûlant, un romanzo in grado di stupirmi che mi ha letteralmente trasportata nel medioevo con le streghe e i roghi, piccoli miti e leggende davvero apprezzatissimi.


3 commenti:

  1. Sono contenta di leggere questa bella recensione. E' un libro che ho apprezzato anche io, davvero tanto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso chiederti cosa ti ha colpito maggiormente?

      Elimina