I Libri che mi sono rimasti nel ❤

martedì 22 ottobre 2013

Millennio di Fuoco, Cecilia Randall

Book Lover!

Ma sciiaaoo come va?! .. bhè se mi seguite anche su Facebook avrete già saputo in anticipo che questa recensione non sarà per nulla semplice, infatti mi sono riempita il monitor del pc di Post-It oltre alle linguette adesive all'interno del libro ahahah

 
Titolo: Sejia - Millennio di Fuoco
Autore: Cecilia Randall
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Fantasy
Pagine: 444 p.
Prezzo: € 16,00
Data di pubblicazione: 15 Ottobre 2013
 
 Baviera 1999 d.C. Mille anni sono trascorsi da quando il demoniaco popolo vaivar ha fatto la sua comparsa sulla scena del mondo dalle lande desolate oltre il Volga, reclamando il possesso delle terre abitate dagli umani e cambiando la Storia per sempre. Una guerra infinita strazia da allora l'Europa ormai condannata a un eterno medioevo, in cui i regni nati dalle ceneri dell'antico Sacro Impero sopravvivono a fatica tra alleanze precarie, rovesciamenti di fronte ed epidemie. I vaivar avanzano con i loro eserciti di creature innaturali e di manvar, i feroci schiavi mezzosangue, creati dalla contaminazione delle vittime umane: la linea del fronte è già nel cuore della Baviera. Seija Arvontytär è l'erede di un'antica stirpe di guerrieri pagani, cacciati dalle terre di Kaleva dall'avanzare inesorabile del nemico. La sua gente sopravvive offrendo ai cristiani la propria abilità militare in cambio di cibo e di una terra sicura in cui piantare le tende, ma il compito è sempre più arduo. Dall'altra parte del fronte c'è il Traditore dalla Mano Insanguinata, stratega temibile, condottiero spietato e unico umano a essersi volontariamente venduto anima e corpo all'immortale regina Ananta per farsi trasformare in un demone plurisecolare e sterminare quella che una volta era la sua razza. Ma quando Seija è costretta ad affrontare il Traditore nel pieno della battaglia, il fantasma di un antico segreto cambia per sempre il suo destino. Perché il condottiero nemico prima esita e poi scatena contro di lei una caccia senza quartiere? Perché ne è così ossessionato da trascurare persino gli obiettivi militari, pur di catturarla a costo di stragi ed esecuzioni sommarie? Cosa è accaduto davvero tre secoli fa alla Torre della Strage, il maniero del Traditore, nel giorno in cui lui ha rinunciato alla sua umanità?
 
 
Come dicevamo prima, questa non è una recensione semplice per molti motivi, il primo è che adoro nel vero senso della parola Cecilia Randall e ogni volta che leggo i suoi romanzi vorrei che non terminassero mai, per me è un vero strazio girare l'ultima pagina.
Vorrei farmi una puntualizzazione prima di iniziare a parlare del libro, non sono pienamente d'accordo con il genere fantasy, mi spiego meglio prima che iniziate a mangiarmi xD .. Secondo me Cecilia Randall mette in ogni suo romanzo una parte seppur piccola, di storia, che poi miscela come in questo caso con una buona dose di fantasy.
Bene, sono ancora viva ahah non mi avete divorato! Bene passiamo a parlarvi del romanzo. Gironzolando per alcuni blog, ho notato che veniva scritto che Millennio di Fuoco sarà una trilogia, non è esatto, secondo la stessa autrice, i romanzi saranno due e porteranno i nomi dei due protagonisti, ossia Sejia per il primo volume e Raivo il suo antagonista per il secondo romanzo.
Prima vi ho accennato che a parer mio la Randall inserisce spesso contenuti storici, infatti anche in Hyperversum fu cosi, e questa parte è forse quella che preferisco di questa autrice Italiana, la sua bravura nel riuscire a  creare la storia dentro ad una storia.
I personaggi di questo romanzo sono davvero ben dettagliati, il loro comportamento, il carattere e le loro scelte si possono percepire leggendo questo romanzo. Spesso i personaggi chiamati " contendenti - amanti" sono molto spinosi e complicati, non è mai semplice renderli "reali" e far si che si integrino bene nella storia, spesso possono scappare alla penna dell'autrice ma non questa volta, Cecilia Randall non mi ha delusa. Sejia e Raivo sono ben calibrati e talmente differenti che renderli contendenti amanti è stata secondo me una mossa perfetta.
Sejia è una pagana umana mentre il suo antagonista, Raivo, a dispetto delle idee che possiate scaturire, non è un demone completo ma un mezzo demone che ha scelto di vendere la sua anima al male.
La cosa meravigliosa di questa autrice è che ambienta i suoi romanzi sulla terra per l'esattezza in un anno simbolico per la storia (vera e propria) alla vigilia dell'anno 1000, quando si insidia nella mente delle persone la fatidica "fine del mondo", quando la gente inizia a temere creature demoniache in grado di distruggere la vita umana, ecco penso che sia questo passaggio che abbia ispirato la nostra autrice a creare un fantasy. Infatti all'interno del romanzo sono presenti creature demoniache i Vaivar. Perché questo anno è così importante? è da li nel 999 che queste creature attaccano per la prima volta gli esseri umani e danno vita al
Millennio di Fuoco
 
un epoca che non conoscerà assolutamente pace e dove conosceremo una ragazza molto coraggiosa e caparbia di nome Sejia che combatterà per proteggere la propria gente.
Come dicevo, i personaggi sono ben strutturati ma anche i luoghi e gli avvenimenti della battaglia, le armature, le armi sono talmente ben descritte che sembra impossibile non visualizzarle nella nostra mente.
Il Millennio di Fuoco è nella realtà (del romanzo) mille anni d guerra, periodo in cui nulla o quasi progredisce e questo viene spiegato molto bene dalla stessa autrice. Mi piace moltissimo il gioco che tesse nei suoi romanzi, stuzzica la curiosità dei vari lettori con aneddoti reali della nostra mitologia e poi li arricchisce con la fantasia, ammetto che spesso ho fatto anche io così ai tempi della scuola, quando leggevo un testo di epica e apprezzo moltissimo questo dettaglio in un'autrice italiana.
Ovviamente non posso dimenticarmi di parlarvi di Sejia, non come la vedete nel romanzo, quindi forte, audace e molto coraggiosa, ma come semplice e puro personaggio; infatti chi di voi non ha mai letto un libro di Cecilia Randall, non può sapere che ha sempre preferito creare eroi maschili e che questo è il suo primo esordio con un personaggio femminile. Moltissime Autrici preferiscono identificarsi in eroine femmine, il contrario della nostra autrice. Che dite secondo voi ci ha litigato con Sejia all'inizio? ahah si direi proprio di si, quando sono andata a Pietrasanta per l'anteprima del suo romanzo, mi sono divertita moltissimo a sentirla mentre comunicava la sua "discussione" con Sejia e questo l'ha resa ai miei occhi molto più umana di quanto pensiate.
Ok ok vi dico solo un'ultimissima cosa dai non linciatemi, non riesco a trattenermi u.u sono molto felice di sapere che esistono ancora autori come la Randall, capaci di incantare e raccontare storie, la letteratura è nata millenni fa come semplice racconto di leggenda e questo dettaglio mi piace moltissimo quando lo ritrovo in qualche libro, perché non risulta pensante e nemmeno noioso, se lo scrittore ha abbastanza passione, creatività e conoscenza secondo me ne esce un ottimo romanzo adatto a tutti, perché presenta una piccola parte storia, del fantasy, della rivalità, un amore..
 
questo romanzo (appena blogger smetterà di fare l'offeso con me) finirà dritto dritto nei BEST BOOK e li rimarrà per secoli!
 
 

10 commenti:

  1. E' in lettura in questo momento: cento pagine (che sto centellinando) e poi l'ho finito. E lo sto amando davvero tanto :) A questo punto recupererò anche i precedenti romanzi nell'attesa di leggere il seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. xD bene so cosa vuol dire centellinare le pagine di un meraviglioso libro! secondo me ameresti tantissimo anche Hyperversum.

      Fammi sapere che ne pensi!

      Elimina
  2. L'ho ordinato oggi da Ibs, dopo questa recensione non vedo davvero l'ora di poterlo leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero molto felice che ti piaccia la recensione, vedrai che questa Autrice non ti deluderà!
      Mi raccomando fammi sapere il tuo parere ;)

      Elimina
  3. Passa dal mio blog. c'è un premio per te :D http://ilmagicomondodellemiepassioni.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corro corro *w* mi piacciono i premiii xD

      Elimina
    2. FINITO ORA!! questo libro è eccezionale!! se hyperversum era divino questo é superbo!! ora però bramo il secondo capitolo!! se non lo avrò sotto mano a breve scateneró un casino tale do far apparire la guerra dei 7anni do Raivo una scampagnata al parco

      saluti Arris!

      Elimina
    3. Sono felice Arris che ti sia piaciuto così tanto *w* ti consiglio allora di leggere (se ti va) le mie recensioni sui primi due volumi di Hyperversum per farti un'idea secondo me ti piacerà moltissimo.. io me ne sono innamorata!

      Elimina
    4. a dire il vero ho letto l'intera triologia di Hyperversum!fantastico! il primo volume l'ho letto in così poco tempo che gli altri due mi sono imposto di leggerli con giudizio o finivano troppo presto! ora non so con cosa ingannare l'attesa.

      mi piacciano storie con guerra, duelli, amore. purchè ambientati nel medioevo (dove sarei dovuto nascere)

      risaluti Arris (non un nick)

      Elimina
  4. Anche io ho finito oggi questo romanzo.. All'inizio ho fatto un po' fatica ad ingranare. Credo che fosse soprattutto a causa della frustrazione per il continuo "gioco" dell'inseguirsi, cacciarsi, sfuggirsi dei due protagonisti. Poi è stato un crescendo di tensione e non sono più stata in grado di mollare il libro fino all'ultima pagina!!! Non vedo l'ora che arrivi il secondo volume. Da questo punto di vista sono stata felice di scoprire dalla tua recensione che non si tratta di una trilogia :-)

    RispondiElimina